“Vedi Napoli e poi muori”:perchè e così bella che bisogna vederla almeno una volta nella vita!

Non vi stancherete mai di ammirare il paessagio unico di questa nobile città e il suo golfo su cui padroneggia silenzioso il Vesuvio, che l’ammiriate da Castel Sant’Elmo, da un vicolo di Spaccanapoli, da un cannone di Castel dell’Ovo o da un traghetto che vi sta portando a Capri, Napoli saprà sempre lasciarvi a bocca aperta.

Una visita a Napoli inizia così, con una tazzulella e’ caffè! Travolti dai colori e dalla vivacità dei napoletani, tuffatevi nel ritmo cittadino con quello che qui è considerato un vero e proprio rito: caffè e sfogliatella rigorosamente da bere al bancone.
Potrete partire da Spaccanapoli, un tempo antico tracciato viario della Napoli romana, oggi essenza della Napoli moderna, tra motorini che sfrecciano, passanti che camminano sugli stretti marciapiedi, venditori ambulanti che propongono granite, pesce o souvenirs, botteghe artigiane e pasticcerie che profumano di sfogliatelle, frolle e babà. Da qui addentratevi nelle meraviglie della Napoli sotterranea, dove gallerie di tufo strettissime si aprono in ampie cisterne, un tempo pozzi d’acqua pubblici o di antiche ville private romane, e più recentemente utilizzate dai cittadini come rifugio dai bombardamenti aerei durante la guerra. Una visita sbalorditiva.
Scoprite i Quartieri Spagnoli, una giungla a perdita d’occhio di palazzi su viuzze in pendenza, con la biancheria stesa alle finestre, abitanti seduti davanti alla porta e facciate in penombra dove è stato allestito un piccolo tributo di fiori e candele al Santo protettore del rione.
Dedicatevi allo shopping raffinatissimo nelle botteghe di Via Toledo: gli artigiani napoletani sono famosi in tutto il mondo per le loro cravatte di seta, i guanti cuciti a mano, i taccuini in pelle e le cioccolaterie. Oppure cercate qualche buon affare al mercato di Porta Nolana, tra le bancarelle c’è tutta la vera anima di Napoli!
Raggiungete la monumentale Piazza del Plebiscito e da qui non avrete che da scegliere se dirigervi prima al Palazzo Reale, al Teatro S. Carlo, alla Galleria Umberto I o a Castel Nuovo, la famosa fortezza in tufo affacciata sul mare più conosciuta come Maschio Angioino.
Godetevi il panorama dall’alto del Vomero o da Castel Sant’Elmo, eleganti quartieri pieni zeppi di eleganti caffè e negozietti, raggiungibili passando tra le scalinate diroccate ed i palazzi liberty di via Falcone e Palizzi, oppure salendo con la funicolare: la vista da quassù spazia su tutta la baia, dal porto turistico fino a Capri e alla Penisola Sorrentina.
La sera sedetevi a tavola in una trattoria: mangiare bene a Napoli è una forma di religione!
Napoli è una ottimo punto di partenza per visitare due dei siti archeologici più famosi al mondo: Pompei ed Ercolano, ben collegati alla città dal trasporto pubblico. Camminate nelle vie romane, visitate le ville ancora affrescate e circondate da rigogliosi giardini e vitigni, entrate tra i thermopolia e le tabernae, un tempo luoghi di incontro dei commercianti di questa ricca città.
Una gita in aliscafo o traghetto vi condurrà in poco tempo alle isole del Golfo, più famose forse della città stessa. A cominciare da Capri, elegante e chic, gettonata dai turisti, fino alle coste frastagliate della deliziosa e più silenziosa Procida, dove si dovrebbe trascorrere almeno una notte, lontani da tutto.